Al via il tour di #Darklight

SABATO 21 OTTOBRE 2017 partirà il nuovo tour dell’arpista FLORALEDA SACCHI che la porterà ad esibirsi dal vivo in Italia e nel mondo.

Questo il calendario con tutte le date confermate:

·         21 OTTOBRE, 21.00 – AQUI TERME (ALESSANDRIA) – Festival Luoghi Immaginari, Sala Santa Maria, via Barone 3

·         29 OTTOBRE, 11.30 – ROCCA DI PAPA (ROMA) – I Concerti dell’Accademia degli Sfaccendati, Villa del Cardinale

·         11 NOVEMBRE, 11.00 – CERNOBBIO (COMO) – Dal vivo per TEDx, Villa Erba

·         16 NOVEMBRE, 21.00 – CASTIGLION FIORENTINO (AREZZO) – Italart, Convento di Santa Chiara, Via S. Giuliano 6

·         17 NOVEMBRE, 21.00 – FIRENZE – Teatrino del Gallo, Officine Libri Liberi, Via San Gallo 21-25r

·         21 NOVEMBRE, 20:00 – LIONE (FRANCIA) – Goethe Loft, 18 rue François Dauphin

·         25 NOVEMBRE, 20:00 – NAPOLI – Palazzo Caracciolo, Via Carbonara 112

·         10 DICEMBRE, 17.00 – MONSCHAU (GERMANIA) – Festival Montjoie Musicale, Pfarrkirche St. Mariä Geburt

Il tour proseguirà anche nel 2018 e farà tappa a Roma, Barcellona, Madrid, Berlino, Hannover, Milano, Praga, Venezia e Bangkok.

#DARKLIGHT (Amadeus Arte / Naxos USA) è l’ultimo progetto discografico diFLORALEDA SACCHI. L’album è entrato direttamente in Top 5 della classifica italiana degli album di musica classica di iTunes e rimasto stabile anche a distanza di giorni dall’uscita! E non solo, ha raggiunto ottime posizioni anche nella classifica tedesca e statunitense, entrando nelle prime 100 posizioni. #Darklight è il primo album per arpa che raggiunge questi risultati di pubblico.
L’album arriva a due anni di distanza dall’ultimo disco “Intimamente tango” e ancora una volta dimostra lo straordinario eclettismo di un’artista che non smette mai di voler sorprendere con la propria musica.

L’album “#Darklight” è composto da 14 brani tra colonne sonore, successi dance e musica contemporanea, eseguiti con arpa elettrica ed elettronica e arrangiati o composti da Floraleda. I pezzi noti hanno ora in “#Darklight” una nuova immagine sonora e si identificano in una sorta di insospettata e reciproca parentela.
Il disco è affiancato da un libro di 72 pagine (con testi in italiano e inglese), ricco di idee e suggerimenti per riscoprire ogni giorno il piacere di suonare o ascoltare musica. La prefazione è a cura del giornalista e musicologo Angelo Foletto.

Questa la tracklist del discoAndras, Europe After the Rain (Max Richter), Temple of Sound , Antartica (Roberto Cacciapaglia), Hammers, Said and Done (Nils Frahm), Requiem for a Dream,  Welcome to Lunar Industries (Clint Mansell), Adagio for Strings (Samuel Barber/Tiësto), Silencio du Park Guëll (Joe Hisaishi), The Beatitudes (Vladimir Martynov), We arrive from Far Away (Floraleda Sacchi), Till the End, Near Light (Ólafur Arnalds).

Floraleda dice: Spesso mi chiedono cosa significa per me l’arpa… per me è uno degli strumenti più belli del mondo, è un simbolo immortale, magico. Mi sono innamorata di questo strumento a prima vista, al primo ascolto ed ho cercato di dargli un’immagine non convenzionale. In questo disco, infatti, ho lavorato in modo sperimentale, utilizzando l’arpa elettrica, l’elaborazione del suono dal vivo e tecniche sperimentali. Ho lavorato senza preclusioni cercando di ricreare la musica che ho nella testa. Trovo affascinante lavorare con uno strumento acustico e con l’elettronica, l’unione regala un mezzo incredibile per creare qualcosa di estremamente personale”

FLORALEDA SACCHI, nata a Como, è riconosciuta come una delle più interessanti arpiste sulla scena internazionale. Ha inciso più di 20 dischi per le principali major discografiche come Decca, Deutsche Grammophon, Philips, Brilliant Classics,  ed ha composto musica per il teatro e il cinema, oltre ad aver suonato in Europa, Nordamerica, Sudamerica, Africa e Asia in grandi sale da concerto come la Carnegie Hall (New York), Gewandhaus (Lipsia), Glenn Gould Studio (Toronto), Konzerthaus (Berlino), Teatro Solis (Montevideo), Auditorium della Conciliazione (Roma), Quintai Hall (Wuhan), Acropolium de Carthage (Tunisi), Hall Alti (Kyoto)… Senza dubbio Floraleda Sacchi – con le sue composizioni, attraverso la musica che seleziona con cura per i suoi concerti e con uno strumento così insolito e versatile come l’arpa acustica ed elettrica – crea un’esperienza sonora intensa ed inusuale che regala emozioni.

floraleda.com
darklight.floraleda.com
facebook.com/floraleda
twitter.com/floraleda
youtube.com/floraleda
instagram.com/floraledaharp

 Milano, 18 ottobre 2017
Ufficio Stampa: Parole & Dintorni – Serena Federici ([email protected])